La Depressione Oceanica più Profonda al Mondo

La Depressione Oceanica più Profonda al Mondo

la depressione oceanica più profonda al mondo -

il Litke Deep nel bacino eurasiatico. A 350 km a nord del “deserto artico” di Svalbard, si trova in uno degli estremi della Terra, quindi oltre ad essere molto profondo (17.881 piedi) è anche molto freddo.Prende il nome dalla nave rompighiaccio che la scoprì nel 1955: la Fyodor Litke. Il rompighiaccio era in servizio dal 1909 ed era stato molto utilizzato in epoca sovietica per l’ esplorazione dell’ Artico. Ha servito anche durante la seconda guerra mondiale ed è stato infine demolito nel 1960.

La miniera più profonda della Terra

La miniera più profonda della Terra

la miniera più profonda al mondo -

La miniera più profonda della Terra  è Mponeng Mine in Sud Africa, ad una profondità di 13.123 piedi. Tuttavia, la miniera che va più in profondità sotto il livello del mare è Kidd Mine in Ontario, Canada, che raggiunge 8.967 metri sotto il livello del mare. La profondità totale è di circa 10.000 piedi è più vicina al centro della Terra di qualsiasi altra miniera. Inaugurata nel 1964, è stato aperta come miniera a cielo aperto e si è gradualmente ampliata nel sottosuolo. Oggi è la più grande miniera di rame del mondo, con 2.200 dipendenti e una produzione annua di milioni di tonnellate di minerale. 

La Grotta più Profonda al Mondo

La Grotta più Profonda al Mondo

krubera voronya grotta più profonda al mondo -

La grotta si trova in Georgia è la più profonda grotta del mondo, raggiungendo  7.208 piedi ovvero -2197 metri. La grotta in realtà ha due nomi – Krubera è stato dato negli anni’ 60, dopo il geografo russo Alexander Kruber, ma gli esploratori che sono venuti in seguito l’hanno chiamata “Grotta di Voronya” che significa “Grotta dei Corvi”.Dal 2000, le spedizioni lungo la grotta sono diventate un evento annuale, con squadre provenienti da Ucraina, Gran Bretagna, Francia e Spagna che cercano di stabilire quanto è profondo.

Perchè diamo nomi umani agli uragani?

Perchè diamo nomi umani agli uragani?

Perchè diamo nomi umani agli uragani?

Un meteorologo australiano di nome Clement Wragge ha iniziato tutta la tradizione di dare i nomi ai sistemi meteorologici. All’ epoca, però, le cose non erano così sistematiche come oggi. Dopo un po’ di tempo, ha rinunciato alla “divinità greca” e ha iniziato a dare nomi umani agli uragani, completamente fuori luogo; alcuni pensarono che Wragge avesse un’ opinione troppo alta di se stesso, e alcuni politici cominciarono a fare delle rimostranze contro di lui. Come vendetta, ha chiamato i cicloni con i loro nomi. Per esempio, ha chiamato le tempeste con i nomi di Edmund Barton e Alfred Deakin, i primi due Primi Ministri dell’ Australia, semplicemente perché potesse inviare dei rapporti in cui affermava che Edmund Barton era “vagante senza meta sul Pacifico” e “causando grande angoscia” Ecco perché oggi diamo i nomi umani agli uragani. Perché un uomo amaro, arrabbiato, australiano pensava fosse divertente.

TAFL Gioco Vichingo

TAFL Gioco Vichingo

TAFL Gioco Vichingo

Tafl era un gioco molto popolare tra i Vichinghi. Un giocatore mira a portare il suo re dal centro della tavola ai bordi, mentre l’ altro fa tutto il possibile per catturarlo.  Tafl si diffuse in tutta Europa (come i vichinghi) e divenne gli scacchi dell’ epoca; i nobili si vantarono della loro abilità sulla tavola. Tafl è stata l’ ispirazione per il gioco Thud, basato sulla serie Discworld di Terry Pratchett. C’ è ancora il Campionato del Mondo di TAFL, ma il fatto che questi si svolgano su un’ isola con una popolazione di ottantasei abitanti forse non lo rende molto mondiale.

Hey there!

Forgot password?

Forgot your password?

Enter your account data and we will send you a link to reset your password.

Your password reset link appears to be invalid or expired.

Close
of

    Processing files…

    Click here to join

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi