La stessa acqua che esisteva sulla terra milioni di anni fa è ancora oggi sulla Terra

L’acqua che sostiene la vita sulla Terra potrebbe essere stata sul pianeta molto prima di quanto gli scienziati pensavano in precedenza, suggeriscono nuove ricerche.

Poiché il ciclo di evaporazione, condensazione e precipitazioni è chiuso, la stessa acqua che esisteva sulla terra milioni di anni fa è ancora oggi sulla Terra.

Mentre le condizioni ambientali dei primi anni della Terra hanno reso impossibile per l’acqua di rimanere sulla superficie del pianeta, gli scienziati hanno trovato prove che gli ingredienti per l’acqua sono stati conservati in modo protettivo all’interno di corpi rocciosi vicino al nostro pianeta – e forse all’interno della Terra stessa. Le nuove scoperte suggeriscono che c’era acqua nel sistema solare interno 135 milioni di anni prima di quanto le prove precedenti avessero dimostrato.

“I nostri risultati mostrano le prime prove della presenza di acqua nel sistema solare interno”, ha detto Adam Sarafian, uno studente di dottorato presso il MIT/Woods Hole Oceanographic Institution nel Massachusetts e autore principale del nuovo studio.

Meteoriti da un asteroide
All’interno di meteoriti che un tempo appartenevano all’asteroide Vesta, uno dei membri più grandi della cintura di asteroidi che si trova tra Giove e Marte. Le meteoriti di Vesta – pezzi scuri di magma raffreddato spesso grandi come pompelmi – continuano ad essere trovate in Antartide. Precedenti analisi non hanno trovato acqua o ingredienti che formano acqua in quei meteoriti. Ma Sarafian e i suoi colleghi hanno zoomato sul contenuto molecolare dei meteoriti e hanno trovato tracce di molecole di idrogeno-ossigeno.

Mentre la Terra è cresciuta e cambiata nei successivi 4 miliardi di anni o giù di lì, Vesta è rimasta congelata nel tempo, secondo Sarafian.

“Vesta ci dà un’istantanea di come poteva apparire la Terra quando si è formata per la prima volta”, ha detto Sarafian.

Q
Un’impronta chimica
Vesta ha anche le stesse impronte chimiche della Terra. In altre parole, gli scienziati hanno precedentemente dimostrato che l’azoto su Vesta ha probabilmente avuto origine dalla stessa fonte dell’azoto sulla Terra. Alcuni corpi del sistema solare, come il sole o le comete, hanno firme chimiche diverse. Secondo Sarafian, il nuovo studio mostra che Vesta e la Terra condividono anche una firma chimica dell’idrogeno.

La Terra condivide anche un’impronta chimica con la Luna, che, come Vesta, dà agli scienziati una finestra sul passato. Gli scienziati hanno trovato tracce di acqua nelle rocce lunari, il che dimostra che il liquido vivificante si trovava nel sistema solare interno già 150 milioni di anni dopo la nascita del sistema solare. I campioni di Vesta sono anteriori ai campioni lunari di 135 milioni di anni.

Il salto indietro nel tempo è significativo, dice Sarafian, perché durante quei primi 150 milioni di anni, il sistema solare interno era considerevolmente più caldo e più ostile di quanto non lo fosse in seguito. La Terra avrebbe subito gravi impatti da detriti volanti (era potenzialmente un impatto tale da rompere una parte della Terra e formare la Luna). Molti scienziati hanno il sospetto che attraverso questi grandi impatti e le alte temperature, avrebbe senso che l’idrogeno si trasformi in vapore e venga soffiato nello spazio.

Acqua da corpi ghiacciati
Sarafian ha detto che il lavoro sostiene la tesi che l’acqua proveniva da corpi ghiacciati vicino a Giove. Il gigante gassoso che si sta formando ha probabilmente gettato i pezzi di roccia e ghiaccio verso l’interno. Giove sarebbe stato situato al di là di quella che è conosciuta come la “linea di neve”, o il punto oltre il quale le temperature erano abbastanza fredde da permettere all’acqua di condensarsi in forma liquida o solida.

You might also like

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Hey there!

Forgot password?

Forgot your password?

Enter your account data and we will send you a link to reset your password.

Your password reset link appears to be invalid or expired.

Close
of

    Processing files…

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi