Uomo preistorico mutazione diabete tipo 2

Il genetista di Harvard David Altshuler e i suoi colleghi hanno suggerito che gli esseri umani moderni potrebbero aver ottenuto le mutazioni del diabete da Neanderthals. Questa scoperta è stata fatta diversi anni dopo che l’ Istituto Max Planck per l’ Antropologia Evolutiva sequenziò il DNA di un Neanderthal da un fossile. I ricercatori sono stati veloci a sottolineare che i loro risultati non dimostrano necessariamente che i nostri cugini estinti soffrivano di diabete. Significa solo che da loro hanno avuto origine le mutazioni che causano il diabete di tipo 2, soprattutto tra i latini e gli asiatici. Altshuler e i suoi colleghi hanno fatto la scoperta dopo aver esaminato il DNA di 8.000 residenti del Messico e dell’ America Latina. Le persone scelte per la ricerca erano di origine americana ed europea. Anche se il legame tra diabete di oggi e Neanderthals è affascinante, i ricercatori hanno sottolineato che l’ essenza del loro lavoro è lo sviluppo di nuove terapie che potrebbero potenzialmente sradicare questo problema di salute globale.